martedì 27 dicembre 2011

Torta con guarnizione di noci



Il Natale è passato e io mi ritrovo con 5 kg da smaltire, ovviamente non tutti dovuti al Natale ma a quest'ultimo anno in cui l'attività fisica è stata praticamente assente.
Chissà se riuscirò a perderli....
Intanto posto la ricetta di questo dolce fatta qualche tempo fa: l'impasto di questa torta è buonissimo, molto meglio senza la guarnizione di noci, ma ormai ce l'avevo messa ....

INGREDIENTI (ricetta tratta da "Il libro d'oro dei dolci" - edito da Mondadori)
300 gr farina 00
2,5 dl yogurt bianco
2 cucchiaini cremor tartaro
120 gr burro
200 gr zucchero
2 uova grosse
sale

GUARNIZIONE DI NOCI
100 gr noci spezzettate grossolanamente
100 gr zucchero semolato
70 gr farina 00
4 cucchiai di burro
2 cucchiaini di cannella

Preriscaldare il forno a 180°C. Imburrare e infarinare uno stampo rotondo a cerniera di 24cm. Mescolare farina, cremor tartaro e un pizzico di sale.Montare a crema il burro con lo zucchero e unite le uova, amalgamandole uno per volta. Aggiungere il composto a base di farina alternandolo con lo yogurt.
Versare tutto nello stampo e coprire l'impasto con la guarnizione mescolando noci, zucchero,  burro, farina, cannella in una terrina.
Infornare e cuocere per 1 ora.
Servire tiepido o a temperatura ambiente.

martedì 20 dicembre 2011

Risotto ai porcini e radicchio



Uno dei risotti più buoni che io abbia mai mangiato.

INGREDIENTI:
200 gr riso Arborio
brodo vegetale
funghi porcini secchi ammollati in acqua tiepida
mezzo cespo di radicchio grossolanamente tritato
mezzo bicchiere di vino bianco
parmigiano
olio evo
1 scalogno
1 piccola carota

Tritare finemente scalogno e carota e farli soffriggere in una padella antiaderente con un filo di olio evo. Aggiungere il riso e farlo rosolare, aggiungere il vino bianco e farlo evaporare.
Aggiungere un mestolo di brodo a mano a mano che quello precedente evapora, dopo pochi minuti aggiungere il radicchio ed i porcini.
Cucinare fino a cottura raggiunta, mantecare con parmigiano.
Servire immediatamente!

martedì 13 dicembre 2011

Biscotti veloci con uvetta e fichi secchi



Questo libro è una scoperta ogni volta che lo sfoglio. Tutte le ricette fatte fin'ora sono state una più buona dell'altra, come questa  e questa
A questa ricetta ho diminuito la dose di zucchero, sostituito il lievito chimico con il cremor tartaro e invece di 200 gr di uvetta, ne ho usata la metà + 4 fichi secchi.
Deliziosi!!!!

INGREDIENTI (ricetta tratta da Biscotti & Dolcetti - edizioni del Baldo)
3 uova
500 gr farina 00
150 gr di zucchero
200 gr di burro a temperatura ambiente
100 gr di uvetta sultanina
4 fichi secchi
1 bustina cremor tartaro
1 pizzico di sale

Accendere il forno a 180°C. Impastare il burro con la farina, lo zucchero,le uova, il cremor tartaro e un pizzico di sale. Incorporare l'uvetta precedentemente ammollata nell'acqua e amalgamare fino ad ottenere un impasto sodo. Prendere dei piccoli pezzi di impasto, adagiarli su una teglia rivestita di carta forno e cuocere per circa 20 minuti e sfornare non appena la superficie appare dorata.

mercoledì 7 dicembre 2011

Rigatoni allo strolghino


Il salame Strolghino è un tipico salame della provincia di Parma, precisamente della zona di Zibello, paese in cui c'è la produzione del celeberrimo Culatello. Lo Strolghino nasce dagli "scarti" (se così si possono definire) del Culatello e con il suo sapore delicato è un salume che è ottimo da mangiare da solo ma anche da abbinare ad un piatto come può essere un primo.


INGREDIENTI per 1 persona:
80 gr rigatoni
1/4 di bicchiere di vino rosso
1 scalogno
2/3  fettine di strolghino
conserva di pomodoro
pepe
semi di finocchio
olio evo

Cucinare i rigatoni in abbondante acqua salata.
Tritare finemente lo scalogno e farlo rosolare in una padella antiaderente insieme all'olio evo. Aggiungere il salame tagliato a cubetti e farlo rosolare molto bene, aggiungere il vino rosso e farlo evaporare. Aggiungere alla fine qualche cucchiaio di conserva di pomodoro, qualche seme di finocchio e amalgamare il tutto. Scolare la pasta e amalgamarla al sugo insieme al pepe macinato. Impiattare e assaporare lentamente.

venerdì 2 dicembre 2011

Nasi goreng (a modo mio)



In realtà il Nasi Goreng prevede l'uso dei gamberetti, ma io avevo solo un trancio di salmone e ho usato quello!

INGREDIENTI:
250 gr mix riso thai e selvaggio
200 gr trancio di salmone
3 sovracosce di pollo
2 uova
2 carote
aglio tritato
salsa di soia
3-4 cipollotti

Cuocere il riso al dente in abbondante acqua salata e scolarlo.
Tagliare il salmone e il pollo a cubetti e la carota a julienne. In un piatto fondo sbattere le uova, aggiungere sale, pepe e versarle in una padella calda unta con un filo di burro. Cuocere per pochi minuti, poi girare la frittata e fare altrettando dall'altro lato. Adagiarla su un piatto e farla raffreddare, arrotolarla e tagliarla a julienne.
In un wok aggiungere un filo di olio in cui far rosolare l'aglio tritato, unire il salmone, pollo e carota e successivamente aggiungere il riso e i cipollotti tagliati a rondelle. Aggiungere qualche goccia di salsa di soia e infine la frittata tagliata.
Impiattare e mangiare subito.


martedì 29 novembre 2011

Cake ai frutti di bosco



Se qualcuno dovesse chiedermi quanto era buono questo plum cake, gli potrei rispondere dicendo che in una sera ne è stato mangiato più di tre quarti!

INGREDIENTI (ricetta tratta da PICNIC - I libri di Sale&Pepe)
140 gr burro fuso
100 gr zucchero
250 gr frutti di bosco decongelati
1 uovo
200 gr farina 00
mezza bustina di cremor tartaro
mezzo cucchiaino di sale

Accendere il forno a 180°C. In una ciotola sbattere l'uovo, aggiungere lo zucchero e mescolere energicamente con la frusta per circa 2 minuti. Aggiungere il burro continuando a sbattere, poi farina, cremor tartaro e mescolare. Aggiungere i frutti di bosco e mescolare delicatamente.
Versare il composto nello stampo imburrato e infarinato e cuocere per 35 minuti.

mercoledì 23 novembre 2011

Torta (ciambella) soffice





Dolce semplicissimo, veloce e ideale per iniziare bene la giornata o per uno spuntino.
Sarebbe dovuta essere una ciambella ma il mio stampo mi ha detto addio, quindi ho utilizzato uno stampo a cerniera normale.

INGREDIENTI (ricetta tratta da Il Libro d'oro dei dolci - edito da Mondadori)

450 gr farina 00
2 cucchiaini cremor tartaro
250 gr burro molto morbido
400 gr zucchero
5 uova grosse
250 ml latte
1 cucchiaino di sale

Accendere il forno a 180°C. Imburrare uno stampo per ciambella di 26 cm di diametro (nel mio caso un normale stampo a cerniera di 24 cm di diametro). Setacciare e mescolare la farina, cremor tartaro e sale. Montare a crema il burro con lo zucchero. Unire le uova, amalgamandole al composto una per volta. Aggiungete gradualmente il composto a base di farina alternandolo con il latte, mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo.
Mettete l'impasto nello stampo e fate cuocere per circa 50 minuti, fino a quando uno stuzzicadenti infilato nel centro risulterà asciutto. Staccare il dolce dai lati usando una spatola a coltello e fate raffreddare nello stampo.

martedì 8 novembre 2011

Polpettine con rigatoni alle nocciole



Adoro i piatti unici perchè con un'unico sforzo si risolve la cena!

INGREDIENTI (ricetta tratta da Piatti Unici - edito da Mondadori)
carne di vitello macinata
rigatoni
nocciole
prezzemolo
olio evo
scalogno
olive verdi snocciolate
uovo
parmigiano reggiano
sale
pepe

Mescolare alla carne lo scalogno tritato, parmigiano reggiano, uovo, sale e pepe. Formare delle polpettine, infilarle su spiedini di legno alternandole a olive intere. Cucinare gli spiedini su un tegame.
Lessare i rigatoni in acqua salata. Prendere abbondante prezzemolo lavato e tritarlo nel mixer insieme alle nocciole.
Scolare la pasta, versarla in una ciotola insieme al mix nocciole e prezzemolo insieme, se dovesse essere necessario, a qualche cucchiaio d'acqua e aggiungere un filo di olio.
Impiattare la pasta insieme allo spiedino e ..... buon appetito!!

giovedì 27 ottobre 2011

Mini-hamburger di salmone




Questa è una sfiziosissima ricettina che si fa in pochissimo tempo ed è molto gustosa.

INGREDIENTI per 4 persone:
400 gr di trancio di salmone sfilettato e spellato
1/2 cipollotto
sale
pepe
1 uovo
pangrattato
Per servire:
insalatina

Lavare bene il salmone e asciugarlo con lo scottex. Tagliarlo a cubettini più o meno regolari e metterlo in una ciotola. Aggiungere il cipollotto tritato, l'uovo, sale, pepe e pangrattato e amalgamare con le mani (deve risultare asciutto ma non troppo).
Formare dei mini hamburger e adagiarli in una padella antiaderente calda in cui abbiamo versato un filo di olio evo. Cucinare i mini-hamburger 2/3 minuti per lato.
Servire con della insalatina.

venerdì 21 ottobre 2011

Pizza con la macchina del pane


Qualche settimana fa che ero a casa dei miei, mi è venuta voglia di pizza ma non avendo avuto con me la mia amica impastatrice, ho utilizzato la macchina del pane di mia mamma. Anche in questo caso il risultato non è stato niente male, anzi!!


INGREDIENTI: ( per una teglia del forno da 90 + 1 teglia diam. 34 cm)

300 gr farina di kamut
300 gr farina 0
3 gr di lievito di birra
2 cucchiaini di sale
olio evo
acqua q.b.

Mettere tutti gli ingredienti nella macchina del pane ad esclusione del sale e dell'olio. Avviare la macchina con il programma del solo impasto, aggiungere un pò di acqua ed eventualmente ancora nel caso in cui dovesse servire, poi il sale e quando questo è assorbito l'olio.
Far lievitare in una ciotola di vetro unta di olio e coperta di pellicola fino al raddoppio (a me sono bastate circa un paio d'ore, c'erano 28°C in casa ....)
Stenderla nella teglia il più sottile possibile e farcirla come piace. Infornare in forno già caldo alla temperatura massima fino a cottura (per me circa 25/30 minuti).
Io ne preparo sempre una teglia in più, una volta cotta e raffreddata la porziono e la metto nel freezer.



mercoledì 5 ottobre 2011

Muffin ai frutti di bosco e vaniglia



Quando si ha voglia improvvisa di un dolcetto gustoso, facile, che non implici lo sporcare mille pentole ... il muffin è il dolce giusto.
In 10 minuti l'impasto è pronto, e in altri 30 è cotto! Il tempo di intiepidirsi un pò e sono pronti per essere mangiati.
Questi li ho preparati domenica tardo pomeriggio, dopo un intero weekend passato a pulire casa e la voglia di un dolcetto nata all'improvviso.
Il fidanzato li ha divorati e mi ha ordinato una doppia fornitura!
La ricetta l'ho presa dalla Bibbia dei dolci e l'ho leggermente modificata in quanto non avevo lo yogurt greco che prevedeva.

INGREDIENTI per 14 muffin (ricetta tratta e leggermente modificata da "Il libro d'oro dei dolci" edito da Mondadori)

300 gr di farina
200 gr frutti di bosco surgelati
semi di 1 bacello di vaniglia
1 cucchiaino di cremor tartaro
150 gr zucchero semolato
125 ml di latte intero
2 uova di media grandezza
65 gr di burro fuso
mezzo cucchiano di sale

Preriscaldate il forno a 180°C e inserite i pirottini di carta nei stampi da muffin. Setacciare la farina, il lievito e il sale, quindi unite lo zucchero. Mescolate brevemente il latte, le uova, il burro e i semini di vaniglia, incorporate agli ingredienti secchi il composto, seguito dai frutti di bosco scongelati al microonde e versate la pastella nei pirottini riempiendoli per tre quarti. Fate cuocere i muffin per 30 minuti, finchè saranno dorati e consistenti al tatto. Serviteli tiepidi o a temperatura ambiente.
Con questa ricetta partecipo alla raccolta di La dolce vita



lunedì 3 ottobre 2011

Focaccia con fiocchi di patate e rosmarino



Focaccia soffice e adatta da mangiare farcita di salumi.
Nell'ultima fase non ho aggiunto molto olio in superficie, infatti si sentiva che mancava qualcosa, ma il sapore dell'impasto è davvero buono.

INGREDIENTI:
350 gr farina 00
40 gr fiocchi di patate
5 gr lievito di birra
acqua q.b.
zucchero
rosmarino
sale grosso e fino
olio evo

Sciogliere il lievito in acqua insieme ad un cucchiaio di olio e un cucchiaino di zucchero. Nella ciotola dell'impastatrice setacciare la farina e aggiungere i fiocchi di patate. Con la foglia iniziare ad impastare aggiungendo acqua fino a quando l'impasto risulta compatto e soffice.
Lasciar lievitare in una ciotola unta d'olio coperta di pellicola fino al raddoppio. Successivamente stenderla sulla teglia, fare degli avvallamenti con le dita e bagnarla con (MOLTO) olio evo, del sale grosso e il rosmarino.
Lasciare lievitare per una mezz'oretta e poi informare a 220°C per una 20ina di minuti.

martedì 27 settembre 2011

Torta salata con zucchine e scamorza affumicata



Era da circa un paio d'anni che non compravo più la pasta sfoglia dal super perchè grassa e perchè piena di cose non propriamente salutari. Però qualche domenica fa mi è venuta voglia  e ahimè ho ceduto nel comprarla. Spero questa mia debolezza non succeda più e la prossima volta la farò da me. Con l'occasione questa è la ricettina superveloce.

INGREDIENTI:
1 rotolo di pasta sfoglia
2 zucchine
2 pomodori a grappolo
scamorza affumicata
olio

Srotolare la pasta sfoglia in una teglia tonda e farcirla con le zucchine, i pomodori tagliati sottili e aggiungere qualche pezzetto di scamorza affumicata. Versare un filo di olio e infornare a 180°C per circa 45 minuti.

Con questa ricetta partecipo al contest de La Scimmia Cruda

lunedì 19 settembre 2011

Spaccarelle siciliane al salmone e finocchietto selvatico



Questo è un tipo di pasta comprata qualche tempo fa in offerta al supermercato: a mio parere è bellissima da vedere ma poi è ancor più buona da mangiare. Peccato che ora io non riesca più a trovarla da nessuna parte e quindi non me la possa più gustare. A saperlo ne avrei comprata di più ! Questa è una pasta che risulta delicatissima al palato e l'aroma del finocchietto selvatico è adorabile.

INGREDIENTI:
spaccarelle siciliane
trancio di salmone
finocchietto selvativo tritato
2 spicchi di aglio finemente tritati
mezzo bicchiere di vino bianco
olio evo
sale
pepe

Togliere la pelle al salmone e tagliarlo a cubetti. In una padella far rolosare gli spicchi di aglio finemente tritati in un filo d'olio, aggiungere il salmone, farlo rosolare un paio di minuti e poi aggiungere il vino facendo cuocere fino alla sua evaporazione.
Nel frattempo far bollire per un paio di minuti il finocchietto selvatico in acqua salata, scolarlo con una schiumarola e metterlo da parte. Nella stessa acqua del finocchietto cuocere la pasta. Scolarla e versarla nella padella del condimento. Aggiungere il finocchietto, amalgamare il tutto e portare subito in tavola.
Con questa ricetta partecipo al contest di Cucinare con Prezzemolino


lunedì 12 settembre 2011

Cake al limone


In questi ultimi mesi ho utilizzato moltissimo il limone soprattutto nel pesce (come qui) ma anche nella pasta (qui) e ogni scusa è buona per spuzzarne un pò appena il piatto lo permette. Stavolta l'ho usato in un dolce e anche in questo caso il gusto finale non ha sfigurato per nulla, anzi.


INGREDIENTI [ricetta tratta (e leggermente modificata) da Delizie alla frutta - Sale&Pepe Collection]
150 gr farina 00
3 uova
150 gr zucchero semolato
150 gr burro
2 limoni non trattati
mezza bustina di cremor tartaro
sale

Utilizzando le fruste, montare il burro con lo zucchero fino a renderlo ben gonfio e spumoso, poi continuando a montare, unite le uova, il succo dei limoni, la farina setacciata con il cremor tartaro, un pizzico di sale e mescolate bene.
Versate quindi il composto ottenuto in uno stampo da plum cake da 26 cm foderato con un foglio di carta da forno bagnato e strizzato e fatelo cuocere in forno già caldo a 180°C.
A fine cottura, estraete lo stampo da forno, lasciate raffreddare il cake su una gratella, poi sformatelo e servitelo a fette spesse.



Con questa ricetta partecipo al contest di AboutFood


giovedì 8 settembre 2011

Filetti di triglia in carta fata alla livornese (... a modo mio)


A dir la verità ho comprato questi filetti perchè sono rimasta affascinata dai suoi colori: non sono bellissimi? Questa è un'ottima, gustosa e veloce idea per una cena leggera e soprattutto senza sporcare il forno! :-)




INGREDIENTI per 3 persone:

300 gr di filetti di triglia
300 gr passata di pomodoro
olive verdi tritate
aglio
alloro
sale
pepe
olio evo



Lavare e asciugare i filetti di triglia e metterli da parte.
In una padella antiaderente far rosolare 2 spicchi di aglio tritati con un pò di olio evo, aggiungere la passata, le olive tritate e le foglio di alloro. Cuocere fino a quando la passata diventa un pò densa ma non troppo, deve rimanere morbida.
Quando il tutto è pronto, prendere un sacchetto di carta fata, versare dentro il sugo, i filetti di triglia e un pò di sale e pepe. Chiudere con l'apposito laccetto e mettere in forno già caldo a 180°C per una ventina di minuti.
E' un piatto delizioso, veloce, leggero. E la cottura in carta fata permette agli aromi di essere assorbiti in modo molto più intenso rispetto ad una normale cottura in forno.

lunedì 5 settembre 2011

Bocconcini di pollo in crosta di cracker con riso Venere al profumo di alloro



Ricettina deliziosissima e da mangiare in un sol boccone! Squisita, leggera e molto originale!



INGREDIENTI per 3 persone

Ricetta tratta (e un pò modifcata) dalla rivista Alice di giugno 2011


250 gr petto di pollo
300 gr riso Venere
1 vasetto da 125 gr di yogurt magro
2 pacchetti di cracker non salati
mezzo cucchiaino di spezie per tandoori
il succo di mezzo limone
qualche foglia di alloro
sale
pepe
olio evo


Lavare i petti di pollo, asciugarli e tagliarli a piccoli cubetti. In una ciotola amalgamare lo yogurt, le spezie per tandoori e il succo del mezzo limone con il pollo e lasciarlo insaporire per una mezz'ora in frigorifero.
Accendere il forno a 200°C.
Sbriciolare grossolanamente i 2 pacchetti di cracker, prendere il pollo dal frigo, scolarlo dalla marinatura e mescolarlo per bene nei cracker. Adagiare i cubi di pollo in una teglia di carta forno e infornare subito per 45 minuti.
Far bollire il riso Venere in acqua aromatizzata con foglie di alloro per il tempo indicato sulla confezione. Scolarlo e aggiungere dell'olio evo.
Adagiare il pollo cucinato sul piatto insieme al riso.


mercoledì 31 agosto 2011

Cavatelli pugliesi alla mozzarella e pancetta affumicata




INGREDIENTI PER 2 PERSONE:


200 gr di cavatelli pugliesi
100 gr di pancetta affumicata a cubetti
1 mozzarella
pomodorini ciliegina



Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla e lasciarla raffreddare.
Tagliare la mozzarella e i pomodorini a cubetti e aggiungerli alla pasta. Cuocere la pancetta in una padella antiaderente senza l'aggiunta di nessun tipo di grasso fino a farla diventare croccante. Aggiungerla alla pasta, mescolare, aggiungere se necessario un filo di olio evo e portare in tavola una volta che si è raffreddata.

Con questa ricetta partecipo al contest di Menta Piperita:


lunedì 29 agosto 2011

Pane di segale



INGREDIENTI:


1 kg di miscela per pane di segale del Molino Chiavazza
20 gr lievito di birra
acqua qb
1 cucchiaio di malto d'orzo
2 cucchiaini sale
2 cucchiaio di olio evo
semi a piacere



Versare la farina nella ciotola dell'impastatrice, versarvi il lievito precedentemente sciolto in 2 dita d'acqua insieme al malto e iniziare ad impastare (con la foglia) aggiungendo tanta acqua quanto basta per rendere l'impasto morbido e amalgamato. Quando è ancora umido aggiungere il sale e quando questo è stato assorbito aggiungere anche l'olio. Alla fine aggiungere i semini (sesamo, zucca, girasole etc etc ) e amalgamare. Sostituire la foglia con il gancio e impastare per qualche minuto fino a quando l'impasto si stacca dalle pareti della ciotola.
Successivamente mettere l'impasto a lievitare e coprirlo con un panno umido o con della pellicola, in modo che non prenda aria e non si formi la crosticina che impedirebbe una lievitazione corretta. A fine lievitazione (l'impasto deve raddoppiare) prendere dei pezzetti di impasto e farne le forme che più si preferiscono e adagiarle su una teglia ricoperta di carta forno. Far lievitare ancora una mezz'oretta e poco prima di infornare bagnare la superficie dei panini con dell'acqua e coprirle dei semini che si preferiscono.
Cucinare a 180/200°C fino a cottura raggiunta.


sabato 20 agosto 2011

Penne al limone e sesamo con sugo di melanzane


INGREDIENTI per 1 persona:


80 gr di penne
mezza melanzana a cubetti
qualche pomodorini
il succo di mezzo limone
semi di sesamo
sale
olio evo
aglio


In una padella antiaderente far rosolare uno spicchio di aglio tritato con un filo di olio, aggiungere i cubetti di melanzana e i pomodorini. Far cucinare finchè la melanzana di ammorbidisce e verso la fine della cottura aggiungere un paio di cucchiaini di semi di sesamo.
Cuocere la pasta come di abitudine, scolarla e versarla nella padella con il condimento insieme al succo del limone. Impiattare e mangiare su-bi-to!


venerdì 29 luglio 2011

Biscotti di San Vigilio ai semi di lino


Questi sono dei deliziosi biscottini che ho trovato in questo libro "Biscotti & Dolcetti" - Edizioni del Baldo che mi ha regalato a Natale una mia collega. Sono friabilissimi, con un ottimo sapore che si sposa bene con un buon thè fumante o da smangiucchiare in ufficio. In casa non sono durati molto :-)



INGREDIENTI (ricetta tratta da "Biscotti & Dolcetti" - Edizioni del Baldo)

200 gr di burro (io 220)
160 gr di farina 00
150 gr di farina di segale
80 gr di zucchero
semi di lino
1 tuorlo (io 2)
1 cucc.no lievito in polvere


Nella ciotola dell'impastatrice lavorare il burro morbido con lo zucchero fino a formare in impasto bianco e spumoso. Aggiungere le farine mescolate al lievito. Lavorate con cura in modo da ottenere un composto omogeneo (io ho dovuto aggiungere 20 gr di burro in più per far legare il tutto), quindi formate una palla e mettete in frigorifero per mezz'ora circa. Stendete poi la pasta in uno strato di circa 2-3 mm e ritagliate dei dischetti, spennellate la superficie con i tuorli leggermente sbattuti e spolverizzateli con i semi di lino. Ponete i biscotti su una teglia ricoperta di carta da forno e cuocete in forno già caldo a 180°C per 5 minuti.
 

martedì 12 luglio 2011

Fusilli al farro al sugo di pomodori pizzutello e olive



INGREDIENTI per 2 persone:


180 gr di fusilli al farro
una decina di pomodori Pizzutello
qualche oliva verde snocciolata
aglio
capperi
sale
olio evo


Far bollire la pasta in acqua salata, nel frattempo far appassire in una padella uno spicchio di aglio tritato con un filo di olio evo. Aggiungere pomodori e olive tagliate a cubetti insieme ai capperi. Cucinare per qualche minuto, fino a quando i pomodori si sfaldano.
Scolare la pasta e versarla nella padella del condimento, amalgamando i sapori. Impiattare e mangiare.

venerdì 1 luglio 2011

Filetti di orata al limone


Non ero molto convinta nel voler provare l'abbinamento del pesce con il succo del limone (quasi) in purezza. Io sono una di quelle che non riesce a mangiare le fette di limone a crudo, al contrario del mio moroso a cui invece non fanno un baffo.


Quindi sono partita prevenuta ma ho dovuto ricredermi al primo morso: il pesce è delicatissimo e il forte gusto del limone si sposa bene con quello dell'orata.

Insomma una ricetta da riprovare sicuramente.


INGREDIENTI per 2 persone:

3 filetti di orata
2 limoni
1 cipolla piccola di Tropea
farina
semi di sesamo
olio evo


Iniziamo con il togliere la pelle al filetto, lavarlo e asciugarlo. In un piatto mescolare un pò di farina a dei semi di sesamo, adagiarvi sopra i filetti e infarinare per bene.
In una padella antiaderente versiamo un filo di olio evo e la cipolla tritata finemente. Accendiamo il gas a fuoco bassissimo e non appena la cipolla inizia a sfrigolare adagiarvi i filetti di orata e farli cucinare 1 minuto per lato. Sistemarli in un piatto. Versare nella padella il succo dei 2 limoni e aggiungerci un cucchiaino di farina per addensarlo. Impiattare e mangiare subitissimo!!

venerdì 24 giugno 2011

Polpettone di vitello con spinaci e guanciale



INGREDIENTI:

400 gr macinato di vitello
200 gr spinaci freschi
150 gr guanciale a cubetti
1 uovo piccolo
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
sale
dago vegetale home-made
acqua
pangrattato
parmigiano


Lessare gli spinaci per pochi minuti, scolarli e lasciarli raffreddare. Cucinare il guanciale fino a quando diventa croccante. In una ciotola unire alla carne il concentrato di pomodoro, pangrattato,parmigiano e sale fino a quando la carne risulterà asciutta ma morbida.
Adagiare la carne su un foglio di carta forno, appiattirla formando un quadrato, al centro stendere gli spinaci in modo regolare e sopra di essi il guanciale.
Aiutandosi con la carta forno arrotolare la carne e chiudere bene le estremità.
Scaldare una padella antiaderente e quando rovente inserire il polpettone dal lato della chiusura, aggiungere un pò di acqua con del dado vegetale e cucinare per circa 30 minuti girando spesso.
Very good!

mercoledì 15 giugno 2011

Marmellata di prugne


Da lunedì sono tornata ai ritmi normali: ho ripreso il lavoro e le solite faccende di tutti i giorni. Le macchie sono diminuite ancora, anche se sulla pancia ne ho ancora molte. Sto cercando di sudare il meno possibile perchè questo mi crea prurito e purtroppo ancora per un paio di settimane dovrò attendere di usare la bici. Non mi dispiace, anzi, questa pigrizia forzata ma prima che mi ammalassi eravano riusciti a fare un paio di giri anche belli intensi, questo riposo ha completamente annullato quel poco di allenamento che avevo fatto.
Bando alle ciance, questa marmellata era da tanto che volevo farla in casa ma tra una cosa e l'altra non riuscivo mai a trovare il tempo. Finalmente molto tempo fa (a settembre) ci sono riuscita e, per essere stata la prima volta, il risultato è stato eccellente. La pubblico adesso perchè ho aperto un vasetto proprio in questi gg e non mi fidavo a pubblicare la ricetta senza prima averla assaggiata :)





MARMELLATA DI PRUGNE

Ingredienti per 3 vasetti da 0.30 cl

2 kg di prugne (pesate con il nocciolo)

400 gr di zucchero

1 limone non trattato



Lavate, tagliate a metà le prugne, togliete loro il nocciolo e mettetele in una pentola dal fondo spesso con pochissima acqua. Fate cuocere fino a quando le prugne si ammorbidiranno mescolando spessissimo affinchè non si attacchino al fondo. Passatele al passaverdure (io ho usato la ghiera con i fori grossi) e rimettere sul fuoco insieme allo zucchero, il succo del limone e le sue bucce.
Fate cuocere fino a quando una goccia di marmellata su un piattino non risulterà soda e inclinando il piattino la conserva scivolerà su di esso in modo omogeneo.
A questo punto versatela ancora bollente nei vasi che avrete pulito e asciugato benissimo, pulite perfettamente il bordo, chiudete il tappo in modo deciso e riponeteli in una grande pentola che riempirete di acqua bollente, ognuno dei vasi deve venire avvolto da canovacci (in modo che durante il bollore i vasi non sbattano uno contro l'altro rischiando di rompersi).
Fateli bollire per 45 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare i vasi nell'acqua. Una volta fredda, toglieteli, etichettateli e riponeteli in un luogo buio e fresco per circa 30 gg.
Ottimissima per iniziare la giornata con una buona e sana colazione.

martedì 7 giugno 2011

Mazzancolle in insalata di fagiolini e patate




Non vorrei gridarlo troppo ai quattro venti ma ormai dovrei essere sulla via della guarigione, anche se non mi sento particolarmente bene oggi.
Questa ricettina l'ho preparata qualche tempo fa, potrebbe essere considerata anche un piatto unico perchè contiene proteine (nel pesce), vitamine (nelle verdure) e carboidrati (nelle patate), è veloce da farsi ed originale.
Il pesto di questa ricetta mi è stato regalato da L., una carissima amica di famiglia che abita in Liguria.
L'anno scorso di ritorno da un weekend a Sanremo siamo passati a trovarla e lei, immancabilmente, ci ha riempito di regali golosi: olio, olive taggiasche e l'immancabile pesto. Io purtroppo non lo digerisco ed era da anni che lo mangiavo ma è davvero buono. Poi io adoro letteralmente il basilico, lo mangerei anche a colazione, quindi il pesto non può non piacermi.

Noi, dal canto nostro, le abbiamo portato un bel pezzettone di Parmigiano Reggiano, ma non quello che si trova nei supermercati, ma comprato direttamente al caseificio di produzione da cui ci forniamo sempre: costa molto di meno che nei supermercati e il gusto non è nemmeno paragonabile!!





INGREDIENTI per 3 persone:

20 code di mazzancolle (nel mio caso surgelate)
400 gr di fagiolini
4 patate di medie dimensioni
70 gr di pesto
olio
sale


Riempire una pentola di acqua e quando arriva al bollore aggiungere sale e versare le patate pelate e tagliate a tocchetti. Quando saranno pronte scolarle con la schiumarola e lasciare raffreddare. Aggiungere nella stessa acqua i fagiolini spuntati e lavati facendoli cuocere qualche minuto (devono essere cotti ma rimanere croccanti). Alla fine aggiungere le code di mazzancolle scongelate, sgusciate a cui avremmo tolto il filetto intestinale e cucinarle per pochissimi minuti. Scolarle e raffreddarle sotto l'acqua corrente.
In una ciotola versare i fagiolini, le patate e le code di mazzancolle. Aggiungere poi il pesto e se necessario un pò di olio evo.
Mescolare bene e servire tiepido.
E' davvero un piatto veloce e squisito. Avendone avanzata un pò, me la sono portata il giorno dopo al lavoro, le ho dato una leggerissima scaldata al microonde ed era squisita.
Buon appetito!!
Con questa ricetta partecipo alla raccolta di La Fata Golosa:

venerdì 3 giugno 2011

Le mille bolle....

Oggi, come del resto da un pò, niente ricetta non perchè non abbia voglia di cucinare (anzi ....) ma in questi giorni sono stata molto latitante dal blog perchè non sono stata molto bene.
Venerdì scorso pomeriggio ero al lavoro e non mi sentivo molto bene, sapevo che di sicuro mi era venuta la febbre (passavo dal caldo al freddo nel giro di pochi secondi, mi sentivo spossata ...) e quindi appena arrivata a casa e misurata la febbre (38,5°C) mi sono coricata sul divano per riprendere un pò le forze.
La mattina dopo mi sentivo leggermente meglio, la febbre mi era scesa ma quando vado in bagno e mi guardo allo specchio mi vedo una bollicina sul labbro inferiore. Boh...sarà lo sfogo della febbre o sarà che ho mangiato qualcosa di strano ... la sorella del mio moroso mi dice "è meglio che vai a farti vedere". Che palle, no non posso averla presa, non ora con tutte le cose che devo fare.
Insomma, alla fine i dottori mi dicono: Varicella. Due settimane di malattia?? Cosa??? Due settimane di malattia? Ma siete fuori? In 15 anni di lavoro non ho fatto un solo giorno di malattia e ora mi date 2 settimane per delle macchioline? Da una parte ero felice perchè ho subito pensato chissà quante cose posso cucinare in queste 15gg di riposo forzato, dall'altra però dentro di me c'era un pò di inquietudine, non so bene perchè. Il perchè l'ho scoperto ben presto. Il sabato è stato tranquillo, la domenica e lunedì da incubo. Domenica mi sono alzata e avevo il viso completamente coperto di bolle che avrei voluto schiacciare ad una ad una ma che mi sono impegnata a non toccare, il tronco non aveva un centimetro di pelle color carne ma era una bolla unica, la schiena decisamente meno così come gambe e piedi.
Sulla schiena ne ho avuto molti di meno ma avevo un prurito INFERNALE!! Volevo togliermi la pelle!!! Tra l'altro probabilmente mi sono venute anche in gola perchè non riuscivo a bere tantomeno a mangiare. Insomma, non ho toccato cibo per 3 giorni, in questo tempo sono riuscita a mangiare solo alcune mele, 2 kiwi, delle fragole. Certo, ora sono pronta per la prova costume ma che dolore!!!!
Ora fortunatamente la situazione è un pò migliorata, le bolle piano piano stanno trasformandosi in crosticina che prima o poi si staccherà. Io non ce la faccio più a stare chiusa in casa, i medici mi hanno detto "guai se esci in queste 2 settimane" ma ammetto che ieri con il calare delle tenebre (in modo che nessuno mi vedesse perchè il mio viso potrebbe spaventare qualcuno) sono uscita mezz'oretta ... che bello stare all'aria aperta!!!
Comunque ora ho ripreso a cucinare e soprattutto a mangiare ... spero che il mio viso torni normale presto per uscire .... non sapete quanto mi manca la colazione al bar del sabato mattina!!!!!

giovedì 26 maggio 2011

Focaccia alla messinese con scarola e pomodorini



Questa è una focaccia sofficiosa, una delle più morbide che abbia mai mangiato e anche una delle più buone che, oltre agli ingredienti classici, può essere variata come se ne ha voglia.

E' un impasto che si stende da solo, che lievita bene bene bene in cui è bellissimo immergervi le dita. E' da rifare ASSOLUTAMENTE !!!
Anche in questo caso, come per il pane alla soia, ho voluto seguire fedelmente la ricetta riportata sul libro (avevo anche un pò di fretta), ma la prossima volta diminuirò di molto il lievito.

INGREDIENTI:

(ricetta tratta da : Pane, focacce, pizze - L'Italia del Gusto - La biblioteca di Repubblica)


per la pasta:

300 gr farina 00
300 gr semola di grano duro
25 gr lievito di birra
olio evo
1 cucc.no zucchero
2 cucc.ni sale
acqua q.b.



per la focaccia:

1 cespo di scarola riccia
250 gr di mozzarella
8 filetti di acciuga
pomodorini
olio
sale e pepe




Setacciare le due farine della ciotola dell'impastatrice, unire il lievito sciolto in un pò di acqua tiepida, acqua e iniziare ad impastare. Aggiungere tanta acqua quanta ne serve per ottenere un impasto morbidoso ed elastico. Quando l'impasto sarà ancora umido aggiungere lo zucchero, il sale e alla fine 2 cucchiai di olio. Quando è tutto amalgamato porre la ciotola in un ambiente tiepido e lasciare lievitare fino al raddoppio.
Intanto togliete la mozzarella dalla confezione e lasciatela scolare dal suo liquido di conservazione. Lavate e tagliate l'insalata e i pomodorini.
Quando la pasta è pronta, stendetela in una teglia (praticamente si stende da sola) e distribuitevi sopra i filetti di acciuga spezzettati, metà della mozzarella tagliata a dadini e la scarola, poi i pomodorini e per finire olio, sale e pepe.
Far lievitare ancora per 30 minuti e accendere ilforno a 200°C. Infornare a temperatura raggiunta e cuocere per una 20ina di minuti.Tirare poi fuori la teglia, aggiungere la metà rimanente di mozzarella e informare ancora per una 10ina di minuti.

venerdì 20 maggio 2011

Orecchiette pugliesi integrali con asparagi, zucchine e guanciale



Questa ricettina veloce veloce l'avevo fatta qualche tempo fa per finire le orecchiette usate per quest'altra ricettina sfiziosetta



INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

300 gr di orecchiette integrali

150 gr di guanciale a cubetti

10 asparagi

1 zucchina grande

olio

sale

pepe


Iniziamo a preparare il sughino lavando per bene gli asparagi a cui taglieremo la parte bianca e poi con un pelapatate li peleremo leggermente per togliere la parte verde dura. Subito dopo tagliamoli a tondini.
Tagliamo la zucchina a cubetti dopo averla lavata e tagliate le estremità e versiamo le verdure in una padella antiaderente facendole cucinare fino a quando sono cotte (circa 15 minuti).
In un'altra padella cucinare il bacon fino a farlo diventare croccante versandolo con le verdure poco prima che queste siano pronte in modo che i sapori si amalgamino.
In una capiente pentola piena di acqua cucinare le orecchiette, scolarle e versarle nel condimento, salare e pepare in base al proprio gusto e impiattare.
Squi-si-to !!
Buon appetito!


lunedì 16 maggio 2011

Sovracosce di pollo croccanti



INGREDIENTI PER 2 PERSONE:



4 sovracosce di pollo senza pelle
pancetta affumicata tesa
pan grattato
erbe di provenza
olio evo q.b.


Ho impiegato più tempo a scrivere la ricetta che a cucinare questo piatto!
Accendere il forno a 200°C.
Lavare bene le sovracosce e togliere gli eventuali residui di grasso. Una volta asciugate fare dei tagli sulla parte superiore e immergerle in un mix di olio evo ed erbe di Provenza.
Arrotolare ogni pezzo con 3/4 fettine di pancetta affumicata tesa e adagiarli su una teglia rivestita di carta forno. Spolverare con del pan grattato e infornare fino a cottura (nel mio caso circa 30/40 minuti).
Se la carne si dovesse scurire troppo coprire con un foglio di alluminio.
La pancetta non sarà un alimento light però almeno da un buon sapore ad una carne che saprebbe di poco.
Buon appetito!

lunedì 9 maggio 2011

Pane ai 5 cereali (con pasta madre)



INGREDIENTI:


1 kg di farina ai cereali de Il Molino Chiavazza

300 gr di pasta madre rinfrescata la sera prima

528 gr di acqua

3 cucchiaini di sale

2 cucchiai di olio evo



Ponete la pasta madre spezzettata nella ciotola dell'impastratrice con parte dell'acqua, azionare la macchina con il gancio a foglia fino a quando si è sciolta. A questo punto aggiungere la farina ai cereali e tanta acqua necessaria per avere un impasto morbido. Quando l'impasto è ancora umido aggiungere il sale e dopo qualche minuto aggiungere l'olio.

Quando è tutto ben amalgamato montare il gancio fino a quando l'impasto è soffice e si stacca dalla ciotola.

A questo punto formare una palla, fate un taglio a croce e ponetela in una ciotola nel forno appena intiepidito fino al raddoppio (nel mio caso ci sono volute circa 7 ore).

Tirare fuori la ciotola e prendendo delle piccole porzioni di impasto formate le forme che preferite, adagiatele poi su una teglia ricoperta di carta forno.

Coprite con un telo e fare lievitare per circa 1,5 ore.

Accendere il forno a 200°C e infornare fino a cottura raggiunta (nel mio caso una 20ina di minuti).

Solitamente tutto il pane che faccio, una volta cotto e raffreddato lo metto nel freezer, per averlo fresco lo tiro fuori qualche ora prima e poi gli do una scaldata nel forno.

Con questa ricetta partecipo al contest del blog: le ricette dell'amore vero

Barrette con quinoa, farina di farro e frutti rossi

Ultima ricetta, per ora, dal libro Profumo di Biscotti di Rossella Venezia del Blog Vaniglia Cooking . La ricetta originale prevede la fa...