martedì 27 dicembre 2011

Torta con guarnizione di noci



Il Natale è passato e io mi ritrovo con 5 kg da smaltire, ovviamente non tutti dovuti al Natale ma a quest'ultimo anno in cui l'attività fisica è stata praticamente assente.
Chissà se riuscirò a perderli....
Intanto posto la ricetta di questo dolce fatta qualche tempo fa: l'impasto di questa torta è buonissimo, molto meglio senza la guarnizione di noci, ma ormai ce l'avevo messa ....

INGREDIENTI (ricetta tratta da "Il libro d'oro dei dolci" - edito da Mondadori)
300 gr farina 00
2,5 dl yogurt bianco
2 cucchiaini cremor tartaro
120 gr burro
200 gr zucchero
2 uova grosse
sale

GUARNIZIONE DI NOCI
100 gr noci spezzettate grossolanamente
100 gr zucchero semolato
70 gr farina 00
4 cucchiai di burro
2 cucchiaini di cannella

Preriscaldare il forno a 180°C. Imburrare e infarinare uno stampo rotondo a cerniera di 24cm. Mescolare farina, cremor tartaro e un pizzico di sale.Montare a crema il burro con lo zucchero e unite le uova, amalgamandole uno per volta. Aggiungere il composto a base di farina alternandolo con lo yogurt.
Versare tutto nello stampo e coprire l'impasto con la guarnizione mescolando noci, zucchero,  burro, farina, cannella in una terrina.
Infornare e cuocere per 1 ora.
Servire tiepido o a temperatura ambiente.

martedì 20 dicembre 2011

Risotto ai porcini e radicchio



Uno dei risotti più buoni che io abbia mai mangiato.

INGREDIENTI:
200 gr riso Arborio
brodo vegetale
funghi porcini secchi ammollati in acqua tiepida
mezzo cespo di radicchio grossolanamente tritato
mezzo bicchiere di vino bianco
parmigiano
olio evo
1 scalogno
1 piccola carota

Tritare finemente scalogno e carota e farli soffriggere in una padella antiaderente con un filo di olio evo. Aggiungere il riso e farlo rosolare, aggiungere il vino bianco e farlo evaporare.
Aggiungere un mestolo di brodo a mano a mano che quello precedente evapora, dopo pochi minuti aggiungere il radicchio ed i porcini.
Cucinare fino a cottura raggiunta, mantecare con parmigiano.
Servire immediatamente!

martedì 13 dicembre 2011

Biscotti veloci con uvetta e fichi secchi



Questo libro è una scoperta ogni volta che lo sfoglio. Tutte le ricette fatte fin'ora sono state una più buona dell'altra, come questa  e questa
A questa ricetta ho diminuito la dose di zucchero, sostituito il lievito chimico con il cremor tartaro e invece di 200 gr di uvetta, ne ho usata la metà + 4 fichi secchi.
Deliziosi!!!!

INGREDIENTI (ricetta tratta da Biscotti & Dolcetti - edizioni del Baldo)
3 uova
500 gr farina 00
150 gr di zucchero
200 gr di burro a temperatura ambiente
100 gr di uvetta sultanina
4 fichi secchi
1 bustina cremor tartaro
1 pizzico di sale

Accendere il forno a 180°C. Impastare il burro con la farina, lo zucchero,le uova, il cremor tartaro e un pizzico di sale. Incorporare l'uvetta precedentemente ammollata nell'acqua e amalgamare fino ad ottenere un impasto sodo. Prendere dei piccoli pezzi di impasto, adagiarli su una teglia rivestita di carta forno e cuocere per circa 20 minuti e sfornare non appena la superficie appare dorata.

mercoledì 7 dicembre 2011

Rigatoni allo strolghino


Il salame Strolghino è un tipico salame della provincia di Parma, precisamente della zona di Zibello, paese in cui c'è la produzione del celeberrimo Culatello. Lo Strolghino nasce dagli "scarti" (se così si possono definire) del Culatello e con il suo sapore delicato è un salume che è ottimo da mangiare da solo ma anche da abbinare ad un piatto come può essere un primo.


INGREDIENTI per 1 persona:
80 gr rigatoni
1/4 di bicchiere di vino rosso
1 scalogno
2/3  fettine di strolghino
conserva di pomodoro
pepe
semi di finocchio
olio evo

Cucinare i rigatoni in abbondante acqua salata.
Tritare finemente lo scalogno e farlo rosolare in una padella antiaderente insieme all'olio evo. Aggiungere il salame tagliato a cubetti e farlo rosolare molto bene, aggiungere il vino rosso e farlo evaporare. Aggiungere alla fine qualche cucchiaio di conserva di pomodoro, qualche seme di finocchio e amalgamare il tutto. Scolare la pasta e amalgamarla al sugo insieme al pepe macinato. Impiattare e assaporare lentamente.

venerdì 2 dicembre 2011

Nasi goreng (a modo mio)



In realtà il Nasi Goreng prevede l'uso dei gamberetti, ma io avevo solo un trancio di salmone e ho usato quello!

INGREDIENTI:
250 gr mix riso thai e selvaggio
200 gr trancio di salmone
3 sovracosce di pollo
2 uova
2 carote
aglio tritato
salsa di soia
3-4 cipollotti

Cuocere il riso al dente in abbondante acqua salata e scolarlo.
Tagliare il salmone e il pollo a cubetti e la carota a julienne. In un piatto fondo sbattere le uova, aggiungere sale, pepe e versarle in una padella calda unta con un filo di burro. Cuocere per pochi minuti, poi girare la frittata e fare altrettando dall'altro lato. Adagiarla su un piatto e farla raffreddare, arrotolarla e tagliarla a julienne.
In un wok aggiungere un filo di olio in cui far rosolare l'aglio tritato, unire il salmone, pollo e carota e successivamente aggiungere il riso e i cipollotti tagliati a rondelle. Aggiungere qualche goccia di salsa di soia e infine la frittata tagliata.
Impiattare e mangiare subito.


Barrette con quinoa, farina di farro e frutti rossi

Ultima ricetta, per ora, dal libro Profumo di Biscotti di Rossella Venezia del Blog Vaniglia Cooking . La ricetta originale prevede la fa...