mercoledì 8 febbraio 2012

Pane super soffice con lievito liquido (licoli)

Ormai avevo perso tutte le speranze, dopo 1 mese di inutili tentativi stavo per mollare il colpo. Non riuscivo a capire dove stessi sbagliando visto che seguivo passo passo i procedimenti, ma non ne voleva sapere di nascere. Poi ho trovato questa ricetta e mi sono convinta nel provarla, mi sono data l'ultima possibilità.
E ci sono riuscita, il mio LICOLI è nato!!! E la gioia nel guardarlo gonfiarsi sempre più è stata immensa, saltavo di gioia e il mio moroso non riusciva a capire il perchè del mio stato d'animo nel vedere una pastella bianca gonfiarsi.
Questa è la foto del mio licoli gonfissimo:




Fino a un anno e mezzo fa anche io avevo la famosa pasta madre ma fin da subito la sua gestione non è stata per niente semplice, infatti mi è durata qualche mese, poi l'ho fatta morire. Questo licoli invece è di una comodità pazzesca, lo rinfresci, lo fai lievitare, lo metti in frigo e non ci pensi più per mooolto tempo, dicono anche 1 mese.
Io a dire il vero ho provato a mantenerlo in frigorifero per un mese ma poi quando l'ho dovuto rinfrescare ho avuto diversi problemi, il lievito non reagiva e sembrava fosse passato a miglior vita. Poi invece a forza di fare rinfreschi su rinfreschi è rinato e quindi ora non rischio più di tenerlo inattivo per così tanto tempo.
L'ho creato a metà dicembre 2011, quindi sto ancora cercando di capire bene come usarlo, ma questo primo pane è riuscito alla grande. L'ho fatto già due volte ed è veramente sofficissimo!! La ricetta l'ho preso dall'ideatrice di questo licoli, esattamente qui  apportando alcune modifiche al procedimento (l'ho semplicemente impastato, fatto lievitare fino al raddoppio (anche oltre), formato i panini, fatti lievitare ancora fino al raddoppio e infornato a circa 200°C, queste variazioni non hanno avuto conseguenze negative sull'ottima riuscita) e riproporzionando gli ingredienti in base alla quantità di licoli rinfrescato.
La ricetta non la riporto perchè è la stessa che si trova qui.
E qui una foto, spero si riesca a percepire quanto morbidi siano questi panini.

3 commenti:

  1. Bravissima Martina, sei grande.
    Grazie per aver provato questi buonissimi panini, si capisce benissimo la sofficità.
    Un abbraccio ;-)

    RispondiElimina
  2. Grazie Anna!!! :-))
    Al momento ho già fatto altri pani e una focaccia (tutti strabuoni!!!) e piano piano li posterò.
    A presto.
    Martina

    RispondiElimina
  3. Panino stupendo!
    Anch'io vorrei fare dei piccoli panini come i tuoi, piuttosto che dei filoni.
    Mi spieghi bene i passaggi?
    In pratica riprendi l'impasto e fai le pieghe per due volte e poi lo lasci fermo finché non raddoppia?
    Anche tu metti l'impasto e poi i panini dentro la busta di plastica?
    Scusami per le domande, ma sono al mio primo esperimento col licoli!
    Grazie mille.
    Sandy

    RispondiElimina

Barrette con quinoa, farina di farro e frutti rossi

Ultima ricetta, per ora, dal libro Profumo di Biscotti di Rossella Venezia del Blog Vaniglia Cooking . La ricetta originale prevede la fa...